ColognoToday

Leonardo Valle, ex candidato alle elezioni, arrestato per reati mafiosi

L'uomo, ex candidato a Cologno, è stato inserito all'interno di un'operazione giudiziara per scoprire i legami tra politici, giudici e imprenditori a Reggio Calabria

Carabinieri in un'operazione (foto Panorama.it)

Leonardo Valle, ex candidato alle elezioni comunali del 2009, è stato arrestato dalla direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria per associazione mafiosa, corruzione e intestazione fittizia di beni. L’uomo si era presentato alle amministrative nella fila dei socialisti riformisti a favore dell’attuale sindaco Mario Soldano, che però perse quelle elezioni contro Antonio Velluto.

Già all’epoca della sua candidatura, l’ombra del dubbio era stata sollevata grazie ad un articolo apparso sul Manifesto dove veniva insinuato il coinvolgimento di Valle nella ‘ndrangheta. Il pezzo, intitolato “A Milano la ‘ndrangheta entra in politica”, uscì domenica 24 maggio del 2009 e produsse all’interno delle forze politiche non poco scompiglio. Leonardo Valle si difese allora acquistando sulla Gazzetta della Martesana un’intera pagina dove dichiarava di essere totalmente estraneo alle associazioni criminali e che essere nato in Calabria non era un crimine. Inoltre pubblicò la sua fedina penale totalmente intonsa: un gesto clamoroso che al tempo fece molto scalpore.

L’allora candidato sindaco Soldano chiese a Valle di ritirarsi, ma lui rifiutò e andò per la sua strada. Le elezioni gli diedero un’ottantina di voti, Soldano perse, Velluto vinse, ma dopo sei mesi si dimise e Soldano diventò l’attuale sindaco di Cologno. Dopo tre anni però il nome di Leonardo Valle è stato inserito con tanto di mandato di arresto, all’interno di un’operazione giudiziaria per scoprire nuovi legami tra giudici, politici e imprenditori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco Mario Soldano dichiara l’assoluta estraneità ai fatti di tutta la sua coalizione. Questa posizione è sottolineata anche dall’intervento di Raffaele Cantalupo, vice sindaco e allora responsabile della lista socialisti riformisti, che afferma come nell’amministrazione colognese non c’è e non ci sarà mai spazio per infiltrazioni mafiose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento